NEWS

+39 095 381204

impianti industriali e residenziali

Il tuo impianto termico rispetta i limiti emissivi ed i rendimenti di combustione previsti dalle attuali normative?

EMISSIONI IN ATMOSFERA – MODIFICHE AL D.LGS. 152/2006 TESTO UNICO AMBIENTALE,
IMPIANTI MEDI DI COMBUSTIONE, NUOVI OBBLIGHI

Per quanto riguarda i medi impianti di combustione disciplinati dal nuovo articolo 273-bis del D.Lgs. 152/2006, si tratta degli “impianti di combustione di potenza termica nominale pari o superiore a 1 MW e inferiore a 50MW  alimentati con i combustibili previsti all’allegato X alla Parte Quinta del D.Lgs. n. 152/2006 e successive integrazioni, saranno soggetti ai seguenti obblighi:
Rispetto limiti emissivi: NOx<100 mg/m 3% O2 per funzionamento a metano NOx<200 mg/m3% O2 per funzionamento a gasolio

Sistema di controllo della combustione che consenta la regolazione automatica del rapporto aria-combustibile: per noi si traduce nell’obbligo di installare bruciatori a controllo O2. I medi impianti di combustione esistenti sono soggetti ai valori limite ed alle prescrizioni di esercizio a decorrere dal: 1° gennaio 2025, in caso di impianti di potenza termica nominale superiore a 5MW, 1° gennaio 2030, in caso di impianti di potenza termica nominale pari o inferiore a 5MW.


Per gli impianti che non rientrano nella deroga del comma 1 è fondamentale adeguarsi alla normativa e rispettare i limiti di emissione, intervenendo sull'impianto esistente con operazioni di revamping  o  nel caso di impianti particolarmente datati  con la sostituzione del bruciatore, principale responsabile delle emissioni inquinanti, e/o del combustibile utilizzato.

In questi ultimi anni la tecnologia relativa ai bruciatori industriali ha fatto davvero passi da gigante. Un’adeguata camera di miscelazione, un sistema di ricircolo dei fumi e la possibilità di regolare il contenuto di ossigeno e ottimizzare, così, le emissioni di NOx sono alcuni degli equipaggiamenti indispensabili se vuoi contare su un bruciatore efficiente e performante.

Come adeguare gli impianti e rispettare i livelli di emissione?

Per gli impianti che non rientrano nella deroga del comma 1 è fondamentale adeguarsi alla normativa e rispettare i limiti di emissione, intervenendo sull'impianto esistente con operazioni di revamping  o  nel caso di impianti particolarmente datati  con la sostituzione del bruciatore, principale responsabile delle emissioni inquinanti, e/o del combustibile utilizzato.

In questi ultimi anni la tecnologia relativa ai bruciatori industriali ha fatto davvero passi da gigante. Un’adeguata camera di miscelazione, un sistema di ricircolo dei fumi e la possibilità di regolare il contenuto di ossigeno e ottimizzare, così, le emissioni di NOx sono alcuni degli equipaggiamenti indispensabili se vuoi contare su un bruciatore efficiente e performante.

scarica la normativa

IL TUO IMPIANTO TERMICO RISPETTA I CRITERI DELLA MANUTENZIONE OBBLIGATORIA NONCHè LIMITI EMISSIVI E RENDIMENTI DI COMBUSTIONE PREVISTI DALLE ATTUALI  NORMATIVE?

MANUTENZIONE OBBLIGATORIA PER IMPIANTI TERMICI DESTINATI ALLA CLIMATIZZAZIONE DEGLI AMBIENTI

La responsabilità per la gestione e manutenzione dell’impianto termico < di 35 kw è a carico dell’occupante a qualsiasi titolo, proprietario, inquilino, ecc..

Il responsabile dell’impianto termico deve far eseguire regolarmente la manutenzione da parte di un Tecnico abilitato, con cadenza prevista dalle istruzioni tecniche rilasciate dalla ditta installatrice dell’impianto termico o dal fabbricante degli apparecchi.

Ogni impianto deve essere corredato di codice catasto, rilasciato a seguito del primo “Controllo di efficienza energetica”, quest’ultimo attesta l’avvenuta manutenzione obbligatoria congiuntamente al rilascio del “Bollino verde”.

Gli impianti per cui non sia pervenuto il rapporto di efficienza energetica, compreso la mancanza del “Bollino verde” l’Organismo Ispezioni impianti termici effettuerà ai sensi dell’art. 9, C. 2 del D.P.R. n. 74/13, dell’art. 15 – allegato A Decreto 14/10/2015 un’attività ispettiva, in relazione alle fasce di potenza termica, addebitando al responsabile impianto il costo della suddetta verifica ispettiva.

scarica la normativa

DONINI BRUNO s.a.s.

15/A, VIA TRIESTE - 95127 CATANIA (CT) - ITALIA

TEL. +39 095 381204
info@doninibruno.com

P.I. 04300390871

Privacy Policy
Cookie Policy